A partire da € 1.500,00

VEDI DETTAGLI PREZZI & HOTELS dettagli prezzi/hotels

 

La terra di mezzo: Dalla preistoria agli Imperatori Moghul - 11 Giorni

ITINERARIO: DELHI – BHOPAL – INDORE – MANDU – BURHANPUR - AURANGABAD - MUMBAI

Forti e Palazzi del Rajasthan

 

DELHI

1° Giorno: Arrivo in aeroporto, Incontro con gli assistenti e trasferimento in hotel. 

2° Giorno: Giornata dedicata alla visita della città che comprende: Tempio Laxmi Narayan, Jama Masjid (la più grande moschea d'Asia), il Forte Rosso, il Ghandi Memorial oltre al complesso Qutab Minar e la tomba dell'Imperatore Moghul Humayun. Il tragitto comprende anche l'India gate e l'area diplomatica con la residenza del Presidente. Pernottamento in hotel.

BHOPAL

3° Giorno: Delhi - Bhopal. Trasferimento di prima mattina alla stazione e treno Delhi 06:15 – Bhopal 14:05 (orario soggetto a riconferma) in vagone climatizzato. Accoglienza alla stazione di Bhopal e check-in in hotel. Segue tour della città, capitale del Madhya Pradesh, chiamata la “città dei laghi”. Pernottamento.

4° Giorno: Sanchi – Grotte Udaigiri. Dopo colazione partenza per tour giornaliero a Sanchi ed Udaigiri: escursione a Sanchi, località che custodisce gli edifici buddisti più antichi dell'India. L'Imperatore Ashoka, convertitosi al buddismo, vi fece costruire nel 262 AC, il primo grande Stupa della regione. A questo edificifio, custode delle sacre reliquie (si dice che Ashoka, quando fece edificare oltre 8.000 stupa in tutta l'India con lo scopo di diffondere la religione buddista avesse posto all'interno di ciascuno di questi monumenti commemorativi una piccola parte delle ceneri del Budda.), seguirono molti altri. Con il declino del buddismo il luogo fu abbandonato e dimenticato; riscoperto solo nel 1818 rappresenta una fondamentale testimonianza storica ed architettonica. Oltre agli stupa vi sono vari templi che, caratterizzati da molte colonne, ricordano i templi dell'antica Grecia. I monasteri di cui sono rimaste testimonianze manifestano già un forte influsso della religione induista. Il tour prosegue ad Udaigiri, una collina che nasconde 18 grotte tra cui Rani Gumpha (grotta della regina) a 2 piani, con pareti intarsiate e sculture di pregio. Rientro a Bhopal, pernottamento.

5° Giorno: Bhojpur - Bhimbetka. Dopo la prima colazione escursione ai templi di Bhojpur e Bhimbetka. Bhojpur è arroccata su uno sperone roccioso di arenaria, affacciata su una gola scavata dal sottostante fiume Betwa. Due imponenti dighe edificate nell'XI Secolo crearono un grande lago, distrutto nel XV Secolo dal temibile Signore di Mandu; fortunatamente lo splendido tempio di Bhojashwar sopravvisse all'attacco. Un panorama rupestre e la foresta di alberi di teak nascondono 700 abitazioni preistoriche scavate nella roccia, alcune delle quali conservano alcuni dei più antichi dipinti rupestri preistorici esistenti al mondo. I più antichi raffigurano animali giganteschi e risalgono al Paleolitico Superiore ) datati circa 12.000 anni fa. Rientro a Bhopal, pernottamento.

BHOPAL - INDORE

6° Giorno: Bhopal – Ujjain - Indore. Dopo colazione partenza per Indore, lungo il tragitto visita di Ujjain. E’ questa una delle sette città sacre dell’induismo: camminando nel dedalo di viuzze che circondano i ghat si respira l’energia emanata dai suoi templi. Ujjain è una delle 4 città indiane in cui si svolge il più grande pellegrinaggio al mondo: Kumbh Mela (ogni 3, 6, e quello “oceanico” ogni 12 anni). Il tempio di Mahakeleshwar nasconde una sala sotterranea che contiene uno dei 12 santuari dedicati a Shiva esistenti in India. Arrivo ad Indore e pernottamento in hotel.

INDORE - MANDU

7° Giorno: Indore - Omkareshwar - Maheshwar - Mandu. Dopo colazione partenza per Mandu (250 km/6 ore circa), lungo il tragitto visita di Omkareshwar e Maheshwar; la prima è un'isola a forma di "OM", caratterizzata dai ghat per le abluzioni nel lago sacro, il cui fulcro è un tempio indu dedicato a Lord Shiva. E' un luogo pieno di pace e spiritualità. La cittadina di Maheshwar nasce ove sorgeva l'antica capitale del regno del re Kartavirya Arjuna (Shree Shastrarjun) che è menzionato nelle epiche Mahabharata e Ramayana. Rilevanti il forte ed il suo palazzo reale, i ghat sul sacro fiume Narmada, i suoi templi. Arrivo a Mandu, sistemazione in hotel, pernottamento.

MANDU

8° Giorno: Mattina a disposizione in questa verdeggiante cittadina abbarbicata su un altopiano boschivo di 20kmq. Mandu conserva edifici in stile afgano tra i più belli dell'India. A breve distanza l'uno dall'altro troviamo palazzi, tombe, monumenti e moschee, ora affacciati sul dirupo, ora sulle sponde dei suoi laghi. Nel pomeriggio visita guidata che tocca Jama Mashid (la grande moschea risalente al 1450), la folle e romantica architettura del Jahaz Mahal (chiamato anche Palazzo della Nave a causa della sua forma, dove il maharaja Ghyas Ud-Din teneva le concubine dell'harem, che pare fossero addirittura 15.000), altri edifici come l'antica bottega del mercante favorito dai regnanti, Gada Shah, nei cui magazzini erano stivati zafferano, muschi, essenze preziose. La tobma riccamente intarsiata di Darya Khan conclude la visita. Pernottamento in hotel.

MANDU – BURHANPUR

9° Giorno: Dopo colazione partenza per Burhanpur (215 km/4 ore circa), arrivo e sistemazione in hotel. Più tardi visita della città iniziando dalla Jama Mashid (la grande moschea) iniziata durante la dinastia Faruqi (la stessa che fondò la città nel 1400) e completata dall'Imperatore Mughal Ashoka nel 1600. La visita prosegue con l'imponente Forte Shashi, le cui parti integre mostrano fantastiche sculture ed intarsi nella pietra. Quando Shah Jhahan vi risiedette (nell'epoca in cui da Agra si spostò sul campo di battaglia nella regione di Burhanpur portando con se la moglie Mumtaz Mahal) costruì per l'amata moglie un mirabile edificio contenente un lussuoso bagno ed un hammam, in una fusione tra gli stili Mughal e Persiano, riccamente affrescato. Si dice che Shah Jahan, la cui moglie morì durante il parto del loro 14° figlio proprio a Burhanpur, avesse qui avuto l'ispirazione ter il Taj Mahal ed avesse anche individuato in questa città il luogo per la sua edificazione (come sappiamo la storia andò diversamente ed il Taj Mahal, una delle 7 Meraviglie del Mondo, fu poi costruito da Shah Jahan ad Agra). La visita prosegue con il mausoleo che ospita i resti del santo musulmano Saiyedi Abdul Quadir Hakimuddin (1885-1730): un bellissimo complesso di edifici, importante meta di pellegrinaggio. Il santo è famoso per realizzare i desideri dei pellegrini che facciano visita al mausoleo, similmente ad Ajmer. Pernottamento in hotel.

BURHANPUR – AURANGABAD

10° Giorno: Burhanpur - Ajanta - Aurangabad. Prima colazione e partenza per Aurangabad, visita en-route delle grotte di Ajanta (Patrimonio dell'Umanità Unesco). Si tratta di 30 monumenti straordinariamente dipinti e scolpiti, considerati l'apice dell'espressione artistica buddista e risalenti al II Secolo AC. Arrivo ad Aurangabad, sistemazione in hotel, pernottamento.

AURANGABAD - MUMBAI - ITALIA

11° Giorno: La mattina visita delle Grotte di Ellora, 34 grotte scavate sul fianco a strapiombo di un imponente monolite basaltico. Le grotte sono finemente scolpite ed ospitano i templi delle tre principali fedi indiane: induista, buddista, jainista. Sono state scolpite tra l'anno 350 ed il 700, da sempre meta di pellegrinaggio dei fedeli da tutta l'India; anche queste meravigliose opere sono dichiarate Patrimonio dell'Umanità Unesco. In serata trasferimento in aeroporto per il volo alla volta di Mumbai, in coincidenza con il volo in partenza per l'Italia Possibilità di estendere il programma con soggiorno a Mumbai, così come abbianrlo ad altri itinerari.

A PARTIRE DA € 1.500,00
VEDI DETTAGLI PREZZI & HOTELS dettagli prezzi/hotels